Betlemme è una città di circa 30 mila abitanti che si trova in Palestina. In ebraico il suo nome significa “case del pane”. Gli arabi, invece, la chiamano “casa della carne”. Adornata da numerosi ulivi, dista solo 10 chilometri da Gerusalemme ed è legata tradizionalmente alla nascita di Gesù. Il Messia e figlio di Dio per la religione cristiana. Proprio la religione rappresenta croce e delizia per questa affascinante località del Medio Oriente. Infatti, molte sono state le guerre combattute in nome di un dio dal nome differente. Così come rimangono luoghi iconici e suggestivi per i credenti ma non solo. Qui troveremo patrimoni dell’Unesco come la basilica più antica del mondo e altre gemme nascoste.

Betlemme tra storia e religione

La storia di Betlemme ha inizio con i primi insediamenti in età paleolitica ed è strettamente legata alle vicissitudini della Palestina. Successivamente il territorio è abitato dai cananei dal 3000 A.C.
Il popolo ebraico vi si insedia qualche millennio dopo attraverso la tribù di David. La zona è terra di conquista per i Babilonesi, che esiliano due volte gli Ebrei, poi per Alessandro Magno nel periodo ellenista (e i suoi successori) e per i Romani. Secondo il teologo polacco Leslaw Chrupcała, l’età d’oro per la città coincide col periodo bizantino (IV-VI secolo) e quello delle crociate (XII secolo) in cui i cristiani mettono fine al dominio musulmano cominciato nel 638 d.c.
Dominio che tornerà, dopo alterne battaglie e riconquiste cristiane, alla fine del 1200 per poi assestarsi dal XVI secolo con i Turchi. Solo nel 1922, tramite mandato internazionale, un paese esterno come la Gran Bretagna ottiene l’amministrazione civile della zona. Dopo la nascita dello Stato d’Israele nel 1948, la regione torna ad essere contesa tra israeliani e palestinesi. Betlemme aumenta la sua popolazione, che è a maggioranza musulmana. I confini vengono ridisegnati di volta in volta, a seconda delle forze militari occupanti. Queste divisioni sono sancite dalla costruzione di un muro, nel 2003, che divide in due parti Gerusalemme “la capitale contesa” e che coinvolge anche Betlemme, ora parte della Regione autonoma palestinese.

La Betlemme di Gesù e i luoghi da visitare

Come si legge nei quattro vangeli canonici, inseriti del Nuovo Testamento, Maria e Giuseppe giunsero a Betlemme e qui diedero alla luce Gesù, in una stalla. Secondo le fonti scritte successive, dal martire Giustino allo scrittore cristiano Origene (II-III secolo), la nascita avvenne in una grotta alla presenza di un bue e di un asinello. Tracce di questo episodio si trovano nella Basilica della Natività. Entrando dalla stretta Porta dell’Umiltà e scendendo poche scale, si arriva alla Grotta segnata da una stella d’argento, ad indicare il luogo esatto del concepimento. Non lontano, c’è anche la mangiatoia, che si scorge da una lamina di ferro. La basilica, commissionata dall’imperatore Costantino nel 327, è un esempio di architettura paleocristiana.
A cinque navate e preceduta, in origine, da un atrio, venne ricostruita tra VI e VII secolo da Giustiniano e anche in periodi successivi. A decorare l’interno, ci sono svariati mosaici e pitture di stile bizantino del XI secolo. Attraverso un pertugio interno, è presente anche la Grotta del Latte, dove Maria avrebbe allattato Gesù mentre si nascondeva dalla persecuzione di Erode. Altro luogi di culto è il Campo dei Pastori, l’area dell’Annunciazione dell’angelo ai pastori stessi. Zona suggellata da una piccola chiesa.
Fuori dai confini cittadini, vi è la tomba di Rachele. Secondo la Bibbia moglie del patriarca Giacobbe. Incastonato tra le rocce e affacciato sul Mar Morto, vale la visita il Monastero greco-ortodosso di Mar Saba, fondato nel lontano 439 d.C.

Curiosità su Betlemme

La città di Betlemme è gemellata con 48 siti italiani. Non stupisce il gemellaccio con il paesino di Greccio, in provincia di Rieti. E’ proprio in questo borgo che San Francesco ideò il primo presepe vivente, nel Natale del 1223. A due chilometri dal comune di Chivasso, in provincia di Torino, si trova una frazione chiamata proprio Betlemme.
Si racconta che nel IX secolo vi fosse installata una grotta, meta di pellegrinaggi da tutta Europa.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *