L’argomento che affronteremo oggi riguarda le “directory siti web“.

Ma prima di procedere a stilare una piccola lista delle migliori directory da potervi consigliare, cerchiamo di capire insieme di cosa si tratta e come mai oggi si utilizzano meno, cioè per quale motivo sembra che abbiano perso autorevolezza.

Partiamo quindi dal loro significato.

Innanzitutto, ciò che è bene sapere è che si tratta di uno strumento SEO, ovvero uno stratagemma di marketing sul web, e consiste nel creare collegamenti indirizzati verso il proprio sito online.

In altre parole, è una gerarchia di siti, organizzati e suddivisi in categorie e sottocategorie a seconda dell’area tematica di cui si occupano.

Ciò che contraddistingue una buona directory è sicuramente il fatto che oltre a citare i siti, diano anche delle informazioni rilevanti e interessanti a chi naviga online. Sulla base di ciò possiamo distinguere tre tipi di directory:

  • directory di nicchia, di qualità maggiore
  • directory per blog
  • directory locali, accettate solo dai siti che svolgono l’attività in quella specifica città.

 

Chiarito di cosa stiamo parlando, passiamo ora al cuore di questo articolo che è quello di consigliarvi la TOP FIVE delle web directory su cui potrete fare affidamento per il vostro sito web, il vostro blog o il vostro e-commerce.

La lista che vi presenteremo rispetta chiaramente gli standard di qualità, in quanto si tratta di directory storiche, sponsorizzare da aziende importanti, con linee guida severe e puntuali, nonché un buon profilo backlink.

  1. Curlie.org: sostituisce la storica Dmoz.org, directory numero uno da sempre, che purtroppo ha chiuso i battenti lo scorso 2017;
  2. Freeonline, che punta ad organizzare tutti i servizi gratis che si possono trovare online;
  3. Mrlink.it: si tratta di una directory italiana che vanta schede dettagliate per ogni categoria, quali ad esempio psichiatria e psicologia, auto e motori, arte e cultura, acquisti e molte altre;
  4. Clylex, famosa per avere directories in tutto il mondo. Richiede però la registrazione;
  5. Prof directory, senza necessità di registrazione e con numerosissime categorie e sottocategorie.

 

Ci siamo limitati a presentarti le 5 directory migliori ma ne esistono davvero tantissime, come yelp.it, hotfrog Italy, e-max, nuovosito.com, uhelà, the spider, directory Italia, planet directory, dalli dalli, directory pubblicitaonline e tante altre.

Tuttavia, nonostante la potenza delle web directory e nonostante, come abbiamo visto, ne esistano tantissime e di ottima qualità, queste sono un po’ finite in disuso.

Vediamo di capire insieme perché.

La risposta sta proprio nella domanda. Infatti, purtroppo, proprio perché ne esistono tantissime molte non rispettano i criteri fondamentali che li rendono di qualità, per cui in molti hanno smesso di utilizzarle.

In passato ne veniva fatto un uso illecito per cui in molti hanno optato per altre strade, come il link building, fattore principale di posizionamento sui motori di ricerca.

Categorie: Web Marketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *